20 febbraio 2013

Il 24 e 25 Febbraio in Italia si voterà per il rinnovo del Parlamento. E' un voto importante per l'Italia ed anche per i destini di tutti i popoli europei, che si trovano a vivere gli effetti della crisi del capitalismo finanziario , delle politiche neoliberiste e di austerità che stanno facendo pagare ai giovani, ai lavoratori, alle donne il prezzo più alto. In tutta Europa ci battiamo contro il fiscal compact e le politiche di austerità. Politiche recessive che aggravano la crisi e che aiutano solo la speculazione e le banche. Politiche sostenute insieme da governi di centrosinistra e centrodestra. Politiche che creano sempre più disoccupazione, disuguaglianza sociale e attacco ai diritti sociali, al welfare e ai beni comuni.

Tsipras, Lafontaine, Melenchon, Lara e Laurent sostengono la Rivoluzione civile di Ingroia

Vogliamo ringraziare tutte le forze politiche, i leader e gli esponenti della Sinistra europea che hanno sottoscritto oggi un importante appello di supporto a Rivoluzione civile e al candidato premier Antonio Ingroia. Alexis Tsipras, leader greco di Syriza, Oskar Lafontaine, fondatore della Linke tedesca e i suoi attuali Presidenti Bernd Riexinger e Katja Kipping, Cayo Lara, coordinatore di Izquierda Unida in Spagna, Jean Luc Mélenchon, del Front de Gauche francese, Pierre Laurent, presidente del Partito della Sinistra Europea e segretario nazionale del PCF- Front de Gauche, sono tra gli altri firmatari di quest’appello per un’Europa dei popoli e non delle banche». Di seguito il testo integrale dell’appello e tutti i primi firmatari. APPELLO Il 24 e 25 Febbraio in Italia si voterà per il rinnovo del Parlamento. E’ un voto importante per l’Italia ed anche per i destini di tutti i popoli europei, che si trovano a vivere gli effetti della crisi del capitalismo finanziario, delle politiche neoliberiste e di austerità che stanno facendo pagare ai giovani, ai lavoratori, alle donne il prezzo più alto. In tutta Europa ci battiamo contro il fiscal compact e le politiche di austerità. Politiche recessive che aggravano la crisi e che aiutano solo la speculazione e le banche. Politiche sostenute insieme da governi di centrosinistra e centrodestra. Politiche che creano sempre più disoccupazione, disuguaglianza sociale e attacco ai diritti sociali, al welfare e ai beni comuni. Per questo è importante che anche in Italia si affermino le forze della sinistra che hanno combattuto contro Berlusconi e il governo Monti e che propongono un programma alternativo. Un programma che metta al primo posto le persone e non il profitto, la lotta per la piena occupazione, la giustizia sociale, i diritti, la difesa dell’ambiente, la pace e il disarmo. Per queste ragioni sosteniamo e invitiamo a votare la lista Rivoluzione civile di Antonio Ingroia, composta da uomini e donne della società civile e da forze politiche e sociali che si oppongono al neoliberismo, chiaramente alternative a Berlusconi come a Monti e a chi lo ha sostenuto. Un voto per un’Italia e un’Europa più giusta. Un’Europa dei popoli e non delle banche.

Primi firmatari:
Pierre Laurent, Presidente del Partito della Sinistra Europea, segretario nazionale PCF – Front de Gauche – Francia, Jean Luc Melenchon, candidato presidenziale Front de Gauche, Presidente Parti de Gauche – Francia, Alexis Tsipras, Vice-presidente Partito della Sinistra Europea, Presidente Syriza – USF Grecia, Bernd Riexinger e Katja Kipping, Presidenti Die Linke Germania, Oskar Lafointane, Die Linke Germania, Cayo Lara, Coordinatore generale di Izquierda Unida – Spagna, Maite Mola, Vice Presidente Partito della Sinistra Europea, PCE – Izquierda Unida, Francis Wurtz, già capogruppo GUE-NGL al Parlamento Europeo – PCF – Front de Gauche, Jose Luis Centella, Segretario Nazionale Partito Comunista spagnolo, Andros Kyprianou, segretario nazionale Akel-Cipro, Joan Josep Nuet, Coordinatore generale Euia (sinistra unita e alternativa) Catalogna – Spagna, Milan Neubert, Presidente Partito del Socialismo democratico, Repubblica ceca, Juha-Pekka Väisänen, segretario nazionale Partito comunista Finlandese, David Wagner, portavoce nazionale Dei Lenk Lussemburgo, Mirko Messner, segretario nazionale Partito Comunista austriaco, Attila Vanaij, segretario nazionale Partito dei lavoratori Ungheria, Willy Meier, eurodeputato e responsabile esteri  Izquierda Unida – Spagna, Dieter Dhem, parlamentare Die Linke – Germania, Kostas Barkas, deputato Syriza – USF, Yiannis Bournos, della direzione di Syriza – USF – esecutivo sinistra europea, Natasa Theodorakopoulou, della direzione di Syriza – USF – esecutivo sinistra europea, Stelios Pappas, della direzione di Syriza – USF, Nikolaj Villumsen, parlamentare e responsabile Europa Alleanza Rosso Verde Danimarca, Inger V. Johansen, Alleanza Rosso Verde Danimarca, Mireia Rovira, responsabile Esteri Euia Catalogna (Spagna), Toni Barbara e Angels Tomas, Euia Catalogna, Serge Urbany, parlamentare Dei Lenk (la sinistra) Lussemburgo, Andre Hoffmann, Fabienne Lentz Murray Smith, Dei Lenk Lussemburgo, Christine Mendelsohn e Jean Francois Gau PCF- Front de Gauche, Celine Meneses, Parti de Gauche – Front de Gauche – Francia, Claudia Haydt, Die Linke – Germania, Jiri Hudecek e Miroslava Hornychova Partito del socialismo democratico – Repubblica ceca, Waltraud Fritz, Partito Comunista austriaco, Margarita Mileva, Ivan Genov, portavoci Bulgarian Left, Emmi Tuomi e Yrjö Hakanen, Partito Comunista Finlandese.

Nessun commento: