10 maggio 2012

Paolo Ferrero querelato da un sindacato di polizia risponde: "Non ci faremo intimidire: ora e sempre no alla Tav e all’occupazione militare della Val di Susa"

NoTav. Oggi mi hanno annunciato querela per aver denunciato militarizzazione Val di Susa

Mi è stata annunciata oggi dalla Questura di Torino una querela per aver denunciato la militarizzazione della Val di Susa. È evidente che provano a intimorire chi ha il coraggio di dire la verità ma non ci faremo piegare. Continueremo a sostenere che in Val di Susa c’è un’occupazione militare vergognosa e indegna di un paese civile. Colgo l’occasione per denunciare anche l’assurdità di una carcerazione, che si protrae oltre misura, dei militanti No Tav che sono ancora in galera, in attesa di un processo che non è ancora nemmeno iniziato. Basta con la repressione del dissenso: ora e sempre no alla Tav in Val di Susa.

Paolo Ferrero
segretario nazionale di Rifondazione Comunista

9 maggio 2012

Nessun commento: