26 maggio 2012

Cremaschi: "occorre un movimento sindacalista antagonista e unitario". E la Cgil? Nella Cgil c'è un bisogno vitale di rinnovamento progettuale e di democrazia sostanziale per tutta l'organizzazione. I danni fatti da Epifani e dalla Camusso nel loro deviante rapporto con i governi, amici e nemici, hanno trasformato la natura del nostro sindacato con un fare molto vicino al "sindacato dei servizi" strada scelta 30 anni da Cisl e Uil. La cgil ha bisogno di una governata implosione interna che porti a un comitato di gestione unitario per una fase di ricostruzione ideale e conflittuale. Da tanti anni c'è una stortura micidiale che ha portato la base ad aspettare gli ordini della dirigenza prima di pensare e muoversi sui posti di lavoro. Antagoniste assemblee autoconvocate e unitarie come questa dovremmo farle in tutti i territori per crepare la cappa di piombo dell'appartenenza, di sigla e di componente, e per ricostruire un senso alla militanza sindacale sui posti di lavoro.

Assemblea autoconvocata delegati RSU a Roma

Nessun commento: